SERVIZI EDITORIALI CODICI SCONTO CONVENZIONI PROMOZIONI CATALOGO
PASSWORD DIMENTICATA? CLICCA QUI | NUOVO CLIENTE? REGISTRATI!
titolo 2017-05-08 - 8 Maggio: SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI

8 Maggio - SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI

Dal 1883, in tutto il mondo, alle ore 12.00 dell’8 Maggio (e nella prima domenica di Ottobre), i cristiani recitano la bellissima formula della Supplica alla Madonna di Pompei, sgorgata dal cuore del beato Bartolo Longo (Latiano, BR, 1841 – Valle di Pompei, NA, 1926), a seguito della sua conversione dovuta all’intervento della Vergine del Rosario. A lui si deve  la nascita del  Pontificio Santuario della Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei, la pia pratica dei Quindici Sabati e la formula della Supplica alla Madonna di Pompei, tradotta in molte lingue, che Longo pubblicò nel 1883 con il titolo “Atto d’Amore alla Vergine”, in risposta all’Enciclica sul Rosario di Papa Leone XIII, Supremi Apostolatus Officio(con la quale il Papa indicava nella preghiera del Rosario un rimedio sicuro per conseguire il bene spirituale della società e della Chiesa).

La supplica si compone di 4 preghiere seguite da una Ave Maria e termina con il Salve Regina:

- la prima preghiera è un inno, un omaggio reverente e filiale alla “Regina delle vittorie”, alla “Sovrana del cielo e della terra” e alla “Regina del Rosario” per implorare misericordia da Gesù;

- la seconda preghiera è frutto di un esame di coscienza in cui ci si riconosce peccatori e responsabili della crocifissione di Gesù nel nostro cuore, con conseguente trafittura del cuore di sua Madre; eppure sul Golgota Gesù dichiarò Maria Madre nostra e a questa Madre ci si rivolge per implorare pietà per noi e per tutti i nostri cari e per il mondo intero;

- a terza preghiera è un atto di fiducia e di abbandono nella mani di Colei che è onnipotente per Grazia, la sola che può aiutarci nel nostro cammino di salvezza, tornando a Suo Figlio;

- la quarta ed ultima preghiera è la richiesta della grazia che la Madonna non può negarci in questo solennissimo giorno: “CONCEDI A TUTTI NOI L’AMORE TUO COSTANTE E IN MODO SPECIALE LA MATERNA BENEDIZIONE”, specialmente confidando nel suo conforto quando saremo nell’ora della nostra agonia, e avremo la grazia di pronunciare il Suo nome, Maria, come “ultimo accento della nostre labbra”.

Si avverte, in questa preghiera, tutto l’amore e l’intima devozione del beato Bartolo Longo, che dopo la sua conversione spese la vita in opere di carità e per far conoscere e amare in tutto il mondo la Madonna del Santo Rosario (particolarmente venerata dall’Ordine dei Predicatori – Domenicano).

Quest’anno il rito della Supplica nel  Santuario di Pompei è stato presieduto da S.E. Card. Francesco Montenegro, Vescovo di Agrigento, e presidente della Caritas Italiana, il quale ha così concluso: “Pensate a quanto bene verrebbe fuori se tutti noi che oggi recitiamo la Supplica alla Madonna di Pompei decidessimo di fare un’opera concreta di carità, sarebbe già una rivoluzione!”. Ed ha ricordato che di fronte alle tante forme di povertà e di disagio sociale esistenti a fronte di tanti sprechi  "è vero che non possiamo risolvere i problemi di tutti ma è anche vero che non possiamo rimanere inerti e indifferenti davanti al grido di dolore e di sofferenza dei nostri fratelli”.

A Maria, Madre di Gesù e Madre Nostra, il Catechismo della Chiesa Cattolica dedica molte pagine, a partire dal rapporto fra la “Chiesa e Maria”, al “Culto di Maria”, da “Maria come esempio” a “Maria nell’economia della Salvezza” e ai “Titoli di Maria”.

Mentre la Chiesa ha già raggiunto nella beatissima Vergine la perfezione che la rende senza macchia e senza ruga, i fedeli si sforzano ancora di crescere nella santità debellando il peccato; e per questo innalzano gli occhi a Maria”: in lei la Chiesa è già tutta santa (n. 829, pg. 559 dell’e-book).

Pagine davvero preziose, che aiutano l’uomo a elevarsi a Dio per mezzo di una creatura che con il suo “SI” ha dato a ciascuno di noi il Figlio di Dio, Nostro Redentore e Salvatore.

di Stefania Venturino

 

BREVIARIO DIGITALE di Stefania Venturino - P.IVA 01649740097 - CF VNTSFN60T55A944G
TESTI LITURGICI E DOTTRINALI UFFICIALI DELLA CHIESA CATTOLICA IN FORMATO DIGITALE
Modello di Utilità: BREVIARIO ELETTRONICO E BREVIARIO DIGITALE,
Data Deposito: 22 Dicembre 2006, Data Brevetto: 26 febbraio 2010, N° Brevetto: 0000264060
N° Domanda: GE2006U000026, a nome di Stefania Venturino, (fonte: www.uibm.eu)
Copyright ©2013 BREVIARIO DIGITALE ED ELETTRONICO. Tutti i diritti riservati - Informativa cookie